Giardinaggio

Avete mai passeggiato nei boschi su uno strato di foglie secche? Quelle foglie sono lì per uno scopo ben preciso: con la loro presenza e rilasciando sostanze bio-inibitrici impediscono alla cosiddetta “erbaccia” di propagarsi e danneggiare il resto della vegetazione.

Questa tecnica “naturale” è stata riprodotta dall’uomo e prende il nome di pacciamatura, un’operazione importantissima che ha lo scopo di proteggere il terreno dalla “malerba” e non solo, anche dagli agenti atmosferici, dall’erosione e dall’umidità al fine di conservarne le caratteristiche originali. Inoltre tale tecnica protegge il terreno dagli sbalzi termici, mantenendo una temperatura più alta nei mesi freddi e diminuendo la necessità di annaffiare nei mesi caldi.

Si effettua ricoprendo il terreno con uno strato di materiale che ne preserva la struttura iniziale, evitando che l’habitat del giardino subisca variazioni che potrebbero danneggiare le piante.

SERVECO si occupa di scegliere i materiali più adatti al terreno e di progettarne la messa in posa, sempre nel massimo rispetto di biodiversità e ambiente naturale!

GIARDINI ROCCIOSI & PIANTE GRASSE

Un giardino roccioso è un luogo in cui rocce e piante occupano spazi studiati accuratamente per ottenere un insieme gradevole alla vista, bilanciato, una vera e propria oasi di verde.

Essenziale per la realizzazione di un “giardino roccioso” è la scelta della location, delle pietre, del terreno e delle piante più adatte. Sono tantissime, infatti, le variabili di questo tipo di progetti, ecco perché è necessario affidarsi ad un team di professionisti: solo così il risultato finale sarà un giardino dalle componenti equilibrate, perfettamente integrate con il paesaggio circostante che dev’essere sempre motivo di ispirazione.

La scelta delle piante è un momento fondamentale del nostro lavoro: l’habitat ideale per i giardini rocciosi sono le piante grasse, che presentano oltre che un aspetto elegante e sobrio, anche alcuni innegabili vantaggi:

1) sono piante longeve, forti, che necessitano di pochissima “cura”
2) necessitano di poco terriccio
3) non disperdono foglie
4) sono mediamente più resistenti ad animali e parassiti

Skills

Posted on

giugno 5, 2014